olivi

in Senza categoria

Le gare di potatura dell’ulivo

Quest’anno l’istituto agrario A. Cecchi ha svolto le gare di potatura dell’olivo in collaborazione con l’ASSAM,  quel giorno ci siamo recati all’oliveto per fare la selezione  degli alunni con la professoressa Gambini  Franca  e il tecnico dell’azienda Samuele Micheli.

Quella mattinata  dopo una lezione molto seguita dagli studenti, fatta da Samuele sulle varie potature che si possono applicare sull’olivo noi alunni abbiamo applicato la potatura a vaso policonico

Il vaso policonico  si propone come una delle migliori forme di allevamento per la riduzione dei tempi di esecuzione della potatura e per la raccolta meccanica con vibratore da tronco.

Dal tronco principale, non più alto di 100-120 cm di altezza dal suolo, selezionare 3 – 4 branche principali. Le branche dovranno essere ben disposte lungo l’asse centrale e più vigorose. Questi rametti saranno lasciati crescere verticalmente per dare maggiore vigoria, evitando che siano disturbati da altre ramificazioni. Tutte le altre ramificazioni non vanno recise, ma si curvano o si ripiegano in modo da limitarne la vigoria e stimolarne la precoce entrata in produzione.

Il vaso policonico è molto diffuso nei piccoli oliveti impiantati negli ultimi decenni nell’Italia meridionale e insulare. Si presta sia per la raccolta manuale agevolata con l’uso di pettini, pettini vibranti o abbacchiatori meccanici, scuotitori per branche e con l’impiego di reti per l’intercettazione. Si presta in particolare per l’allevamento di olive destinate a produrre un olio di buona qualità.